copertina

In memoria di Bruno Porcelli. II. Studi da Dante ai nostri giorni, a cura di Alberto Casadei, Marcello Ciccuto, Davide De Camilli, Giorgio Masi, 2014, pp. 256 (XLII/3, 2013)

ITALIANISTICA · FASCICOLI MONOGRAFICI

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

Questo fascicolo è il secondo che la rivista «Italianistica» dedica alla memoria di Bruno Porcelli. Dopo quello interamente occupato da studi su Giovanni Boccaccio, il numero che qui si presenta ospita contributi che riguardano l'intero arco della letteratura italiana, partendo da Dante per giungere, attraverso Galileo, alla poesia e alla prosa del Novecento, da Svevo a Pirandello, da Pascoli a Quasimodo, dai futuristi ai crepuscolari. Alcuni studi sull'onomastica, su Camilleri e sul romanzo Il nome della rosa si riallacciano anch'essi a filoni di studio che avevano visto l'impegno costante di Bruno Porcelli: l'onomastica letteraria, di cui egli è stato uno dei più importanti studiosi italiani, il racconto giallo, il romanzo. I direttori della rivista, il comitato scientifico e tutti gli amici e i colleghi intendono così ancora una volta fare omaggio al valore di questo studioso che per oltre venti anni è stato uno dei collaboratori più importanti e fedeli della rivista.

Sommario: Luisa Avellini, Questioni di onomastica romanzesca fra storia e invenzione nelle opere di Anna Banti e Maria Bellonci; Guido Baldi, Il sorriso dell'ignoto marinaio e l'ipotesto di Libertà; Giorgio Baroni, «tu sarai Lui, ed Egli sarà te»: Ada Negri e il dono; Anna Bellio, «e tutti azzurri diventano i miei versi». Lina Galli, la natura e l'ineffabile leggerezza della poesia; Claudio Bracco, Haidée. Vicende di un antroponimo letterario; Giuseppe Antonio Camerino, Una vita di Svevo: la lettera iniziale; Alberto Casadei, Riflessioni sui rapporti attuali fra letteratura e nazionalità; Raffaele Cavalluzzi, La nuova colonia di Luigi Pirandello; Giulia Dell'Aquila, Atmosfere scenico-teatrali nella prosa critica di Galileo; Giuseppe Farinelli, Pascoli e i crepuscolari; Elena Landoni, Beatrice e il verbum. La poesia della lode e la via beatitudinis; Stefano Lazzarin, I nomi della tradizione nel fantastico italiano dell'epoca postmoderna; Margherita Lecco, Il nome di Fauvel. Onomastica, semiotica e allegoria in un testo francese del XIV secolo; Pasquale Marzano, L'altra faccia di Montalbano: Vincenzo Collura, per gli amici Cecè. Note di onomastica camilleriana; Stefano Prandi, Delle tipologie intertestuali nel Nome della Rosa e di una loro possibile storicizzazione; Maria Gabriella Riccobono, Echi e similitudini di Dante e di altri autori nei Promessi Sposi; Alda Rossebastiano, Spigolature di deonomastica letteraria; Antonio Saccone, Lo spettacolo futurista a Napoli: le invenzioni di Francesco Cangiullo; Leonardo Terrusi, I nomi in tragedia nel dibattito tardorinascimentale; Winfried Wehle, Identità in absentia. Sulla lirica di Salvatore Quasimodo; Antonio Zollino, Un esempio di tradizione dantesca nella prosa del primo Novecento: Porto Venere di Carlo Linati.

Composto in carattere Dante Monotype.
Formato 17 x 24. Legatura in brossura pesante con copertina in cartoncino Murillo Fabriano blu con impressioni in oro. Sovraccoperta in cartoncino Ingres Fabriano giallo con stampa ad un colore.

Brossura / Paperback: Euro 240.00 Acquista / Buy

ISBN: 978-88-6227-712-9
ISSN: 0391-3368
SKU: 2904

Argomenti correlati
Filologia medievale e rinascimentale...
Letteratura e Linguistica...