copertina

77 - Callimaco, Aitia. Libri primo e secondo, introduzione, testo critico, traduzione e commento a cura di Giulio Massimilla, 1996 (ristampa 2017), pp. 512

BIBLIOTECA DI STUDI ANTICHI
Collana fondata da Graziano Arrighetti, diretta da Mauro Tulli
Cm. 18 x 25,5, bross

Giardini editori e stampatori in Pisa

Gli Aitia sono uno dei capolavori di Callimaco e rappresentano in qualche modo il manifesto di una nuova poetica: si tratta di una raccolta di elegie che indagano sull'origine (quasi sempre mitica) di nomi, usanze, tradizioni o culti, giunta fino a noi purtroppo in modo molto frammentario, tanto che una buona parte dei testi ci è nota grazie alle citazioni di altri autori ed a frammenti papiracei. I due libri iniziali sono accumunati da una cornice narrativa: Callimaco racconta di essere stato sollevato, durante un sogno compiuto nella prima adolescenza, dalla Libia sul Monte Elicona in Beozia, dove incontrò le Muse e pose loro una serie di domande sulle origini di usanze e riti, ricevendo le risposte delle dee. All'interno di questa cornice, seguire lo sviluppo della trama non è semplice per due motivi: da un lato il testo è pervenuto in stato frammentario; dall'altro è spesso impossibile ricostruire il contenuto delle parti perdute, perché i temi della conversazione sono sempre diversi. Callimaco ha costituito da sempre il fulcro di congressi, giornate di studio e seminari, rappresentandone una componente di spicco. Da questi incontri l'autore ha tratto spunto per scoprire nuove prospettive di indagine e per riconsiderare punti di vista già dati.

Sommario: Premessa. Sigle, compendi e segni convenzionali. Abbreviazioni bibliografiche. Introduzione: I. Il primo e il secondo libro degli Aitia; II. La vicenda compositiva degli Aitia; III. Metrica e prosodia; IV. Presentazione dell'opera. Testo critico: Conspectus librorum papyraceorum secundum ordinem temporum; Etymologicorum codices laudati. Sigla; Aetiorum liber primus; Aetiorum liber secundus; Aetiorum fragmenta quae ad librum primum aut secundum fortasse spectant; Fragmenta incertae sedis quae ad Aetiorum librum primum aut secundum fortasse spectant; Fragmenta incerti auctoris quae ad Callimachi Aetiorum librum primum aut secundum fortasse spectant. Traduzione: Aitia, libro primo; Aitia, libro secondo; Aitia, frammenti che forse appartengono al primo o al secondo libro; Frammenti di incerta collocazione che forse appartengono al primo o al secondo libro degli Aitia; Frammenti di autore incerto che forse appartengono al primo o al secondo libro degli Aitia di Callimaco. Commento: Aitia, libro primo; Aitia, libro secondo; Aitia, frammenti che forse appartengono al primo o al secondo libro; Frammenti di incerta collocazione che forse appartengono al primo o al secondo libro degli Aitia; Frammenti di autore incerto che forse appartengono al primo o al secondo libro degli Aitia di Callimaco. Indici: lndex nominum et verborum; Index fontium; Comparationes numerorum.

Legatura in brossura con copertina in cartone Murillo Fabriano avana con stampa a due colori.

Brossura / Paperback: Euro 195.00 Acquista / Buy

E-Book (pdf): Euro 195.00 Acquista / Buy - Login

ISBN: 978-88-427-0013-5
E-ISBN: 978-88-427-1474-3
ISSN:
SKU: 3188

Argomenti correlati
Filologia classica...