copertina

Style and Stories. Contemporary Stylistics and Narrativity, edited by Donatella Montini, 2017, pp. 132, figure in bianco/nero n.t. (XVI, 2017)

FICTIONS · FASCICOLI MONOGRAFICI

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

«Who is stylistics?», queried Mick Short while presenting the discipline in his 1996 seminal work Exploring the Language of Poems, Plays and Prose. By way of a practical introduction, Short challenged his readers with a blatant example of deviation in speech: obviously, «who» is not the appropriate pronoun for «stylistics», an abstract noun, and yet, this forcible personification of the subject makes it leap out to the readers' attention, and demands their interpretation. This is exactly the kind of things stylistics habitually deals with, 'deviation' and 'foregrounding', key notions in a discipline which has always worked on the assumption that divergences from any norm are in fact standard practice in verbal communication, whether written or oral. Does stylistics confirm its aims and targets today? What, on the other hand, is the point of studies on style today? What is the current consensus among scholars? And what place does stylistics have in the domain of studies on language? The present volume dedicated to narrative stylistics aims to be an example of those multiple perspectives and approaches which contemporary stylistics welcomes and it is intended to demonstrate current thinking of narrative stylistics as well as to convey the practical means by which stylistic analysis of narrative texts can be carried out. The language of narration is often defined as a special form of language, which calls for special competence in order to be codified and decodified: it is not so much the literary dimension of narrative that is in question, however, as the peculiarities of a genre which employs its own set of codes, just as it happens in legal or political discourse.

«Chi è la stilistica?» titolava Mick Short, in un importante libro del 1996, provocando così il lettore mentre presentava la disciplina con un esempio di deviazione del linguaggio verbale: come è evidente, «chi» non può essere riferito a un concetto astratto come è «la stilistica» e ne risulta una personificazione del soggetto che viene così segnalato all'attenzione e all'interpretazione del destinatario. Esattamente ciò di cui la stilistica tende ad occuparsi. 'Deviazione' e 'salienza/messa in evidenza' sono non a caso due delle parole chiave del glossario di questa disciplina da sempre interessata ad individuare la diversità dalla norma come strategia privilegiata della comunicazione di forme verbali, scritte e orali. Ma qual è il senso degli studi sullo stile oggi? A che punto è la riflessione su questa disciplina? E come si colloca la stilistica nell'ambito degli studi linguistici? La stilistica contemporanea si presenta secondo un'impostazione fortemente interdisciplinare nel suo statuto e nelle sue applicazioni, ingloba metodi di vario genere e è decisamente orientata a porre l'attenzione sulla funzione del linguaggio in contesti diversi, confermando così una vocazione pedagogica e etica che ha generato e genera frequenti critiche e riserve sulla sua 'purezza' disciplinare. C'è perfino chi si chiede, infatti, se la stilistica possa essere considerata una disciplina con un proprio statuto scientifico e epistemologico, o se vada intesa piuttosto come una pratica di analisi empirica dipendente da altre teorie. Questo volume, dedicato in particolare alla stilistica narrativa, si propone di rispondere a tali questioni, passando attraverso alcuni dei molteplici approcci e prospettive di cui è fatta la stilistica contemporanea. Il linguaggio della narrazione è stato ormai riconosciuto come una definita tipologia discorsiva, un genere con i suoi propri codici che richiede competenze specifiche per essere codificato e decodificato. Gli articoli qui selezionati proveranno a rendere conto di tale specificità sia sul piano delle teorie che su quello delle analisi testuali, come è proprio della stilistica.

Contents: Donatella Montini, Preface. Stylistics Reloaded: Tradition and Prospects of an Impure Discipline; Giuseppina Balossi, A Corpus-aided Approach to the Language of the Interludes in Virginia Woolf's The Waves; Hugo Bowles, Hybrid Quotation Forms in Dickens; Daniele Borgogni, «Revelling in dissolving views»: Conceptual Integration and Blending in Ford's Mister Bosphorus and the Muses; Margherita Dore, Narrative Strategies and Mind Style in Emma Donoghue's Room; Chiara Degano, Stylistics and Argumentation: Exploring Reasoning Presentation in McEwan's The Children Act; Salvador Alarcón-Hermosilla, Fictive Motion in John McGahern. Light and Nature in The Dark; Massimiliano Morini, Bombers and Terrorists: The Stylistics of News Stories; Donatella Montini, Elena Semino, Afterword. Ten Questions about Contemporary Stylistics. Biographical Sketches.

Composto in carattere Serra Dante. Formato 17 x 24. Legatura in brossura con copertina in cartoncino Murillo Fabriano castagna con stampa a due colori.

Brossura / Paperback: Euro 125.00 Acquista / Buy

ISBN: 978-88-6227-953-6
ISSN: 1721-3673
SKU: 3204

Argomenti correlati
Filologia moderna e contemporanea...
Letteratura e Linguistica...