libraweb The Online Integrated Platform of

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma


An Authoritative Independent Academic Press since 1928 and Internationally Pre-Eminent Publisher of over 150 Active Leading Peer-Reviewed Scholarly Journals in the Humanities and Social Sciences, all Print, Online, and Open Access

Accademia editoriale, Pisa · Roma / Edizioni dell'Ateneo, Roma / Giardini editori e stampatori in Pisa
Gruppo editoriale internazionale, Pisa · Roma / Istituti editoriali e poligrafici internazionali, Pisa · Roma

PROMOZIONI / PROMOTIONS


RIVISTE / JOURNALS


COLLANE / SERIES






NUOVE RIVISTE / NEW JOURNALS

Scritture e linguaggi dello sport

Rivista internazionale di letteratura


*

Asia Minor

An International Journal of Archaeology in Turkey

Telestes

An International Journal of Archaeomusicology and Archaeology of Sound

Ancient Numismatics

An International Journal

Occidente / Oriente

Rivista internazionale di studi tardoantichi

Artes Renascentes

Revue Scientifique Internationale · Rivista Scientifica Internazionale · International Scholarly Journal · Revista Científica Internacional · Internationale Wissenschaftliche Fachzeitschrift

Gemmae

An International Journal on Glyptic Studies

Documenta

Rivista internazionale di studi storico-filologici sulle fonti

Oriens Antiquus · Series Nova

Rivista di studi sul Vicino Oriente Antico e il Mediterraneo orientale
A Journal of Ancient Near-Eastern and East Mediterranean Studies


copertina

Emilio Pasquini: una magnifica passione. Nel settimo centenario della morte di Dante, a cura della Direzione, 2021, pp. 452 (vol. 103, 2021/2)

STUDI E PROBLEMI DI CRITICA TESTUALE · FASCICOLI MONOGRAFICI

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

Alle soglie del suo anno dantesco, il 3 novembre 2020, Emilio Pasquini ci ha lasciati. Nel ricordo del suo magistero la Direzione di questi «Studi» ha inteso dedicargli, anche a nome di tutti gli autori, questa raccolta di saggi che alla sua magnifica passione – l’opera di Dante – è intitolata. Una passione pervasiva ma al contempo regolata da una disciplina di lavoro ferrea e inesausta. Passione della mente e del cuore, la Commedia è stata il motore delle straordinarie imprese dantesche di Pasquini: dal commento condiviso, negli anni ottanta del Novecento, con Antonio Enzo Quaglio e sino a oggi ininterrottamente ristampato; alle Pillole dantesche che possiamo seguire con commozione sul web (le sue estreme fatiche); dalle precisissime e numerosissime Lecturae Dantis, che hanno ispirato e guidato a Bologna l’impresa della lettura integrale del poema, ora arrivata a compimento; agli interventi puntuali su singoli luoghi, varianti e cruces dell’opera; alla visione critica, che lo ha sempre accompagnato, della Commedia come di un inveramento dalle prime scaturigini vitanovistiche alla conclusione che si manifesta nel Dio-orologio degli ultimi versi del poema. Come introduzione ai 35 contributi che compongono questo fascicolo monografico la Direzione ha reperito nel suo Archivio e ha voluto pubblicare una Lettura inedita sul canto XIV dell’Inferno (1995), dove si squaderna la sapienza ermeneutica del Maestro, fatta di puntualità nell’esegesi, di memoria intertestuale e di slancio verso il testo di Dante, ponendola a sigillo dell’anno dantesco e del volume celebrativo della rivista che ne è scaturito. (Dalla Premessa, a cura della Direzione)

Sommario: Emilio Pasquini, Inferno XIV (Cava de’ Tirreni, 10 ottobre 1995); Gian Mario Anselmi, L’Inferno degli orrori; Armando Antonelli, Tra le carte e i libri di Emilio Pasquini; Erminia Ardissino, Metafore e perifrasi per la santità nel Paradiso; Zygmunt G. Barański, Dante e Alano di Lilla: problemi di metodo storico-critico; Claudia Berra, Dante petroso, Petrarca e Bembo ‘aspro’: appunti per una ricerca; Paolo Briganti, Caproni: sentori infernali d’un’alba tragica; Giuseppina Brunetti, «Con Amiclate» (Par. XI, 68). Dante, Lucano e un accento difficile; Andrea Campana, Un’inedita lectura Dantis di Raffaele Spongano; Stefano Carrai, Concezione e costruzione figurale del personaggio di Beatrice; Alberto Casadei, Tempo del racconto e tempo storico nella Vita nova; Loredana Chines, Un filo nella trama del dialogo fra Dante e Petrarca: la rima in -ice e dintorni; Alfredo Cottignoli, Col 2021 all’orizzonte: il «Bollettino dantesco. Per il settimo centenario» (in ricordo di Emilio Pasquini); Paolo De Ventura, Da Dante a Dante Gabriel Rossetti: un esercizio di lettura prosodica; Carlo Delcorno, «Dilectum Deo et hominibus tenerrime diligebat». Folco e Domenico; Michele Feo, Francesca, per sempre; Francesca Florimbii, Per le lezioni dantesche di Giovanni Pascoli. Nuovi sondaggi; Luciano Formisano, Gerardo da Borgo San Donnino e il Roman de la Rose: un nuovo ‘argomento’ per la paternità dantesca del Fiore?; Giorgio Inglese, Per Inferno II 22-23; Giuseppe Ledda, Come finisce la Commedia? Per una diversa interpretazione del verso «ma già volgeva il mio disio e ’l velle» (Par. XXXIII, 143); Nicolò Maldina, L’immagine di un traviamento. Nota a Purg. XXXI 58-60; Angelo M. Mangini, Catone (e Virgilio) alla prova del figuralismo; Fabio Marri, Tracce dantesche in un libretto inedito di Giovanni Sabadino degli Arienti; Alessandro Merci, «La sua luce mi fu vestimento». A proposito degli Allighieri di Marino Moretti e Francesco Cazzamini-Mussi; Sebastiana Nobili, Il velo di Piccarda; Pantaleo Palmieri, La questione del «fiumicello» (Inferno IV 108 e XIV 77, Purgatorio XIV 17 e XXVIII 35); Laura Pasquini, Virgilio, padre, nella tradizione figurata della Commedia; Lino Pertile, Dante e Forese: traviati o no?; Raffaele Pinto, La giustizia (drittura, rectitudo) nella ideazione della Commedia; Andrea Severi, «Viri illustres ad memoriam Dantis Aleghieri celebrandam»: Bologna nel VI centenario della morte di Dante (1921); Francesco Spera, Le cornici degli iracondi e degli accidiosi; Natascia Tonelli, Com’era il volto di Dante? Fisiognomica e psicologia nel Trattatello in laude di Dante di Boccaccio: nota per una possibile fonte; Daniela Shalom Vagata, Su Dante e gli Inni alle Grazie di Ugo Foscolo; Paola Vecchi Galli, Il «frutto di una lunga fatica». Ricordi danteschi; Marco Veglia, Dante, Brunetto Latini «e chi, spregiando Dio col cor, favella»; Sabine Verhulst, Dentro l’alba. Dalla Commedia a Deux aubes di Philippe Jaccottet.

Composto in carattere Dante Monotype.
Formato 17 x 24. Legatura in brossura pesante con copertina in cartone Murillo Fabriano blu scuro con impressioni in oro. Sovraccoperta in cartoncino Chagall Cordenons camoscio con stampa a tre colori.

Brossura / Paperback: Euro 85.00 Acquista / Buy

E-Book: Euro 85.00 Acquista / Buy - Login

ISBN: 978-88-3315-361-2
E-ISBN: 978-88-3315-366-7
ISSN: 0049-2361
SKU: 3672

Argomenti correlati
Filologia medievale e rinascimentale...
Filologia moderna e contemporanea...
Letteratura e Linguistica...