libraweb The Online Integrated Platform of

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma


An Authoritative Independent Academic Press since 1928 and Internationally Pre-Eminent Publisher of over 150 Active Leading Peer-Reviewed Scholarly Journals mainly in the Humanities and Social Sciences, all Print, Online, and Open Access

Accademia editoriale, Pisa · Roma / Edizioni dell'Ateneo, Roma / Giardini editori e stampatori in Pisa / Gruppo editoriale internazionale, Pisa · Roma / Istituti editoriali e poligrafici internazionali, Pisa · Roma

PROMOZIONI / PROMOTIONS


RIVISTE / JOURNALS


COLLANE / SERIES






NUOVE RIVISTE / NEW JOURNALS

Philologia Philosophica

Rivista internazionale


Romana Res Publica

An International Journal


*


Scritture e linguaggi dello sport

Rivista internazionale di letteratura

Asia Minor

An International Journal of Archaeology in Turkey

Telestes

An International Journal of Archaeomusicology and Archaeology of Sound

Ancient Numismatics

An International Journal

Occidente / Oriente

Rivista internazionale di studi tardoantichi

Artes Renascentes

Revue Scientifique Internationale · Rivista Scientifica Internazionale · International Scholarly Journal · Revista Científica Internacional · Internationale Wissenschaftliche Fachzeitschrift

Gemmae

An International Journal on Glyptic Studies

Documenta

Rivista internazionale di studi storico-filologici sulle fonti

Oriens Antiquus · Series Nova

Rivista di studi sul Vicino Oriente Antico e il Mediterraneo orientale
A Journal of Ancient Near-Eastern and East Mediterranean Studies


copertina

La II Giornata del Decameron: nel dominio della Fortuna, con Introduzione di Giuseppe Chiecchi e Conclusione di Marco Veglia, a cura di Flavia Palma, 2022, pp. 292 (vol. XXIII, 2022)

LETTERATURA ITALIANA ANTICA · FASCICOLI MONOGRAFICI

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

La II Giornata del Decameron, la prima a tema fisso, è dedicata, per volere della regina Filomena, alla Fortuna dominante, che «mena» gli uomini con le sue incessanti permutazioni. La presenza di grandi precursori, come Boezio o Dante, non impedisce lo scarto nel nuovo testo, nel quale si evidenzia il valore metanarrativo del tema, poiché “Fortuna” nel Decameron è da intendersi quale nome insostanziale del divenire senza provvidenza. In definitiva, Filomena, la narratrice più trasgressiva e perspicace della brigata, vuole che si narri il narrabile, cioè che il libro raggiunga l’estremità della soglia da cui è possibile contemplare senza inibizioni e senza remore il miracolo dell’accadere.

L’idea di un volume collettaneo sulla Fortuna e il Decameron è nata pressappoco nel 2017 e ha sùbito fatto presa tra gli italianisti dell’Università di Verona; il progetto, da un lato, è stato sviluppato sul presupposto dello spessore ermeneutico del narrare boccacciano, e dall’altro è stato illuminato dal consolidato paradigma delle lecturae dantesche, modello vitale anche degli studi recenti sul Decameron. Il risultato consiste in questa raccolta di dieci saggi su altrettante novelle della II Giornata, con l’aggiunta di una Introduzione e di una Conclusione, dedicate rispettivamente alla disamina teorico-critica sul tema fissato dalla regina Filomena e alla discussione delle fonti del drappello di narrazioni, che si svolgono esplicitamente sotto il dominio della Fortuna. Vale la pena considerare che la Fortuna, con il suo governo pressoché assoluto degli eventi, ha imposto all’autore un pensiero estremo sulla esistenza e sulla storia degli uomini e una coraggiosa disponibilità a rappresentarlo. Concorrono al volume non solo studiosi della letteratura di Boccaccio, ma lettori di varia estrazione, di diverse competenze ed esperienze. Il principio ispiratore è stato fin dall’inizio quello della massima libertà di iniziativa, confermata dal proposito di evitare qualsiasi tentazione omologante: testimoniare, con la varietà degli approcci, la resistente adattabilità del Decameron e la sua sorprendente vitalità contribuisce a valorizzare, anche oltre la loro intrinseca qualità, i risultati critici che si sono raggiunti.

Sommario: Giuseppe Chiecchi, Introduzione. I «diversi casi della fortuna»; Sebastiana Nobili, Decameron II 1. Martellino a processo; Flavia Palma, Decameron II 2. Remissività e prontezza di spirito al cospetto della Fortuna; Corrado Viola, Decameron II 3. Un matrimonio che s’ha da fare; Valter Leonardo Puccetti, Decameron II 4. Tempi dell’uomo e tempi della Fortuna nella novella di Landolfo Rufolo; Giancarlo Alfano, Decameron II 5. Tutto in una notte. Percorsi, figure, narrazioni nella novella di Andreuccio; Carlo Delcorno, Decameron II 6. Madama Beritola: movimenti della Storia e movimenti della Fortuna; Fabio Danelon, Decameron II 7. Alatiel, una vita favolosa; Elsa Filosa, Decameron II 8. Gli Angioini tra genealogia e intertestualità; Francesca Chiecchi, Decameron II 9. Boccaccio e l’influenza della classicità; Fabio Forner, Decameron II 10. Leggi della natura e sogni umani; Marco Veglia, Conclusione. Panfilo, la Fortuna e le “fonti” del Decameron. Indice degli autori e delle opere anonime.

Composto in carattere Serra Dante.
Formato 17 x 24. Legatura in brossura pesante con copertina in cartone Murillo Fabriano blu scuro con impressioni in oro. Sovraccoperta in cartoncino Chagall Cordenons camoscio con stampa a tre colori.

Brossura / Paperback: Euro 185.00 Acquista / Buy

E-Book: Euro 185.00 Acquista / Buy - Login

ISBN: 978-88-3315-419-0
E-ISBN: 978-88-3315-421-3
ISSN: 1129-4981
SKU: 3716

Argomenti correlati
Filologia medievale e rinascimentale...
Letteratura e Linguistica...