libraweb The Online Integrated Platform of

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma


An Authoritative Independent Academic Press since 1928 and Internationally Pre-Eminent Publisher of over 150 Active Leading Peer-Reviewed Scholarly Journals, mainly in the Humanities and Social Sciences, all Print, Online, and Open Access

Accademia editoriale, Pisa · Roma / Edizioni dell'Ateneo, Roma / Giardini editori e stampatori in Pisa / Gruppo editoriale internazionale, Pisa · Roma / Istituti editoriali e poligrafici internazionali, Pisa · Roma

PROMOZIONI / PROMOTIONS


RIVISTE / JOURNALS


COLLANE / SERIES






NUOVE RIVISTE / NEW JOURNALS

Leopardiana

Rivista internazionale


Machiavelliana

Rivista internazionale di studi su Niccolò Machiavelli


Philologia Philosophica

Rivista internazionale


*


Romana Res Publica

An International Journal

Scritture e linguaggi dello sport

Rivista internazionale di letteratura

Asia Minor

An International Journal of Archaeology in Turkey

Telestes

An International Journal of Archaeomusicology and Archaeology of Sound

Ancient Numismatics

An International Journal

Occidente / Oriente

Rivista internazionale di studi tardoantichi

Artes Renascentes

Revue Scientifique Internationale · Rivista Scientifica Internazionale · International Scholarly Journal · Revista Científica Internacional · Internationale Wissenschaftliche Fachzeitschrift

Gemmae

An International Journal on Glyptic Studies

Documenta

Rivista internazionale di studi storico-filologici sulle fonti

Oriens Antiquus · Series Nova

Rivista di studi sul Vicino Oriente Antico e il Mediterraneo orientale
A Journal of Ancient Near-Eastern and East Mediterranean Studies


copertina

Intertestualità e intermedialità, a cura di Mauro Pala, 2022, pp. 300 con figure in bianco/nero n.t. (vol. XXIII/1-2, 2021)

MODERNA · FASCICOLI MONOGRAFICI

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

«Nulla è più essenziale a una società che la classificazione dei suoi linguaggi. Cambiare questa classificazione, spostare la parola, è fare una rivoluzione»: questa affermazione di Roland Barthes sintetizza il clima culturale degli anni sessanta, quando si accende il dibattito sull’intertestualità. Il termine, introdotto nella critica letteraria dalla psicoanalista Julia Kristeva nel 1978, derivava da un libro del critico letterario russo Michail Bachtin su Dostoevskij, in cui l’autore segnalava che spesso, nella stessa pagina o addirittura nella stessa frase, si verificava la compresenza di due diverse ‘voci’, rappresentanti due diversi punti di vista, che dialogavano tra loro e arricchivano il tessuto semantico e il senso dell’opera. Di tale ricerca di senso in letteratura l’intertestualità è un’emanazione e uno strumento. Intesa come espansione metaforica della parola, essa analizza le modalità di questa spinta centrifuga della letteratura lungo una traiettoria transmediale, descrivendola come un’evoluzione letteraria che giunge a mettere in relazione la letteratura con altri sistemi culturali e filosofici. Il concetto di intermedialità, erede diretto dell’intertestualità, si differenzia da esso perché rispetto al testo, il medium è una nozione più complessa, che riguarda i materiali costitutivi, il supporto tecnologico e l’istituzione sociale che trasmettono un’opera; esso quindi oggi investe una serie di aspetti tecnologici, economici, sociali ed estetici più vasti e compositi. L’intermedialità si occupa della storia dei media, delle varie forme di trasferimento fra un medium e un altro, degli effetti che la tecnologia e i media hanno sulla concezione del tempo, dello spazio, della vita quotidiana. I contributi raccolti in questo volume si confrontano con il cambio di paradigma scandito dalla transmedialità e si concentrano sulla transmedia narratology, che ricostruisce la costellazione letteraria nelle sue trasposizioni mediatiche. La prospettiva che accomuna questi saggi è diacronica e sincronica insieme ed è finalizzata a coprire aree diverse ma interrelate, dai translation studies alla filologia romanza, dal cinema al teatro, dai visual studies alla geocritica.

Sommario: Mauro Pala, Premessa. Dall’intertestualità alla transmedialità: polimorfismo, immanenza e prassi performativa. Teoria: William John Thomas Mitchell, Image x Text; Stefano Calabrese, Ove si dimostra che il transmedia storytelling è il pronipote dell’intertestualità; Edoardo Esposito, Intertestualità e traduzione: dalla citazione al rewriting; Maria Luisa Meneghetti, Dante e l’arte: oltre l’ekphrasis; Florian Mussgnug, Gli anni sessanta e le origini dell’intermedialità in Italia. Critica: Franco Nasi, Back Translation, stile, intertestualità; Giulio Iacoli, Modus conlocandi: vicende intermediali nelle cartografie letterarie; Isotta Piazza, C’è un testo in questa rete? Spazi mediali, transmediali, postmediali; Stefano Mula, Filologia e intertestualità: il caso dell’exemplum cistercense; Fiorenzo Iuliano, Un abisso eccentrico: l’ekphrasis impossibile del Self-portrait in a Convex Mirror di John Ashbery; Roberta Coglitore, Per una voce sola. Intertestualità e intermedialità nella scrittura di Michele Mari; Anna Masecchia, La bella scontrosa: la letteratura incarnata e il cinema d’autore; Francesco Cotticelli, Note su Eduardo fra teatro, cinema, televisione; Angela Albanese, Intertestualità, parodia, teatro: da un Macbeth lombardo a un Padre Ubu afro-romagnolo; Roberto Puggioni, Le curvature del Don Giovanni. Il caso Goldoni. Bilanci: Michele Bordoni, Repertorio bibliografico ragionato su intertestualità e intermedialità in letteratura.

Composto in carattere Serra Dante.
Legatura in brossura pesante con copertina in cartoncino Murillo Fabriano blu scuro con impressioni in oro e sovraccoperta in cartoncino Murillo Fabriano avorio con stampa a due colori.

Brossura / Paperback: Euro 120.00 Acquista / Buy

E-Book: Euro 120.00 Acquista / Buy - Login

ISBN: 978-88-3315-403-9
E-ISBN: 978-88-3315-404-6
ISSN: 1128-6326
SKU: 3726

Argomenti correlati
Filologia moderna e contemporanea...
Letteratura e Linguistica...