Novità librarie

New Books

copertina

97 - Testo e forme del testo. Ricerche di filologia filosofica, a cura di Mauro Tulli, 2016, pp. 408 (Ricerche di filologia classica, VII)

BIBLIOTECA DI STUDI ANTICHI Fondata da Graziano Arrighetti, diretta da Mauro Tulli,
Cm. 17,5 x 25

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

Modulato su pagine di Platone o di Epicuro, questo volume offre quattordici contributi che nascono da seminari di Filologia Classica presso l'Università di Pisa. È al centro dell'interesse il desiderio di capire il cammino del pensiero greco, sia in prospettiva ecdotica sia in prospettiva esegetica. Il carattere miscellaneo deriva dalla polifonia di un confronto reale su pagine di Platone o di Epicuro, certo fra loro non armoniche per il contenuto, per il rapporto con il cammino del pensiero greco, ma osservate sempre con l'interesse per la lingua e per lo stile, per la forza del testo, per la ricca trama di generi. Si tratta di scritti e argomenti di valore e respiro non marginale, inseriti nel vasto panorama della produzione critica, oggi fertile per la ricostruzione di Platone o di Epicuro. Prezioso è un carattere comune, il paziente intreccio fra le ricerche sul pensiero greco e la filologia, che del pensiero greco vuole restituire la garanzia e il valore del testo, il concreto spessore legato al campo lessicale. Un paziente intreccio in grado di superare lo steccato fra discipline limitrofe, concordi nell'interpretazione del patrimonio più grande che suggerisce la forza creativa di Platone o di Epicuro. Dalla coscienza storica deriva il compito di capire con la filologia il rapporto di Platone o di Epicuro con la tradizione letteraria, che del pensiero greco è la culla in fase arcaica, la trama espressiva in fase classica, motivo sempre di un confronto indispensabile per la forma e per la sostanza.

Sommario: Premessa. Platonica: Andrea Beghini, Sul Cinosarge dell'Assioco; Maria Isabella Bertagna, Strutture compositive nel Cratilo di Platone: il nome di Ermogene; Dino De Sanctis, Le scene d'incontro nel dialogo di Platone; Marco Donato, Tali le vicende, tali i pensieri: un frammento di Archiloco (fr. 132 W2) nell'Erissia; Federico M. Petrucci, L'autenticità dell'Ippia maggiore; Mario Regali, Nestore nella memoria letteraria di Platone (Resp. X 595a–c); Silvia Venturelli, A proposito della datazione dello Ione di Platone: alcune osservazioni linguistiche; Claudia Zichi, [Paidiá] e [mímesis] nel Sofista di Platone. Epicurea: Michele Corradi, [Pithanologeîn] tra Platone, Aristotele e Epicuro: un dialogo metodologico a distanza; Vincenzo Damiani, Le epitomi di Epicuro: un modello di strategie comunicative per il De rerum natura; Margherita Erbì, [Chreía] e [filía]: la prassi delle donazioni nel [Kèpos]; Alessio Mancini, Epicuro, Epistola a Pitocle 93; Antonino Pittà, Epicuro, Epistola a Pitocle 98; Francesco Verde, Epicuro nella testimonianza di Cicerone: la dottrina del criterio. Indice dei passi citati.

Composto in carattere Dante Serra.
Formato 17,5 x 25. Legatura in brossura con copertina in cartone pesante in tondo Murillo Fabriano blu scuro con impressioni in oro o legatura pesante; sovraccoperta in cartoncino Murillo Fabriano avana con stampa a due colori.

Brossura / Paperback: Euro 125.00 Acquista / Buy

Rilegato / Hardback: Euro 250.00 Acquista / Buy

E-Book (pdf): Euro 125.00 Acquista / Buy - Login

ISBN: 978-88-6227-788-4
ISBN Rilegato: 978-88-6227-789-1
E-ISBN: 978-88-6227-790-7
ISSN: 1723-4433
SKU: 3160

Argomenti correlati
Filologia classica...
Filosofia e Religione...
Letteratura e Linguistica...



copertina

Cuba oggi. Dopo la visita di Papa Francesco e i nuovi rapporti con gli Stati Uniti , a cura di Verónica Roldán, 2017, pp. 128 (Anno XXXI, 86, settembre-dicembre 2016)

RELIGIONI E SOCIETÀ · FASCICOLI MONOGRAFICI

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

Questo numero della rivista «Religioni e Società» è dedicato alla realtà cubana e nasce da una serie di incontri con diverse personalità e vari studiosi dell'isola sulla situazione politico-religiosa di oggi. Cuba è divenuta simbolo di un singolare crocevia internazionale del dialogo e, negli ultimi anni, il governo ha mostrato segni non solo d'apertura verso il mondo esterno, ma anche di una nuova stagione di rapporti tra Stato e Chiesa, conseguenza delle relazioni diplomatiche con la Santa Sede e delle visite apostoliche degli ultimi tre Pontefici. Per le scienze sociali che studiano le religioni è, inoltre, interessante osservare nell'isola la presenza costante e multiforme di fedi appartenenti ad altre tradizioni, soprattutto quelle di origine africane, anche in uno spirito di incontro e dialogo. Gli studiosi sociali della religione si trovano quindi di fronte ad una nuova fase di avvenimenti storici e il loro compito è quello di svolgere uno studio attento al fine di osservare e comprendere i processi culturali e religiosi nella Repubblica di Cuba.

Sommario: Cuba oggi. Dopo la visita di Papa Francesco e i nuovi rapporti con gli Stati Uniti, a cura di Verónica Roldán; Arnaldo Nesti,Editoriale; Verónica Roldán,Identità culturali e religiose a Cuba. Saggi; Aurelio Alonso, La Chiesa cattolica e lo Stato a Cuba: tempi d'unità?; Alessandra Ciattini, Le relazioni tra il Cattolicesimo e la Rivoluzione cubana; Ileana Hodge Limonta, Del complejo Ocha-Ifá cubano a la mundialización de la cultura yoruba ; Concetta Russo, Economie del sacrificio. Lavoro informale e mercato nero nella Santeria cubana ; Ofelia Pérez Cruz, La religiosidad popular en la encrucijada «pluri-re-evangelizadora» ; Yinely Ruiz Portela, Nereyda Emelia Moya Padilla, Análisis sociológico del pentecostalismo en la comunidad religiosa de Covadonga de 1993 a 2013 . Note: François Houtard, Il fattore religioso a Cuba; Ariel Ivan Alvarez Vera, Teología de la Prosperidad. Su manifestación en Cuba; Celia Rodríguez Tejuca, Nils Longueira Borrego, Los héroes en el bembé. La imagen épica en el cine de Nicolás Guillén Landrián ; Giuseppe Giordan, Adam Possamai, Branding the Devil in New Age and Catholicism: a Sociology of Exorcism . Dialoghi e documenti: Arnaldo Nesti, Le parole del Cardinale Jorge M. Bergoglio che precedettero il Conclave del marzo 2013 . Centro Internazionale di studi sul Religioso Contemporaneo, XXXIII International Summer School on Religions, Carta da San Gimignano. Recensioni.

Composto in carattere Serra Dante.
Formato 17 x 24,5. Legatura in brossura pesante con copertina in cartone Vergatona avorio con stampa a due colori.

Brossura / Paperback: Euro 48.00 Acquista / Buy

ISBN: 978-88-6227-918-5
ISSN:
SKU: 3158

Argomenti correlati
Filosofia e Religione...



copertina

9 - Francisci Maurolyci Musica, ediderunt Tito M. Tonietti et Pier Daniele Napolitani, 2016, pp. 196, figure e tabelle in bianco/nero n.t., 7 tavole in bianco/nero e 1 tavola a colori n.t.

EDIZIONE NAZIONALE DELL'OPERA MATEMATICA DI FRANCESCO MAUROLICO

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

In questo volume sono raccolti tutti gli scritti mauroliciani riguardanti le teorie musicali che ci sono pervenuti. Si tratta di materiali piuttosto eterogenei - brevi appunti e calcoli insieme a compendi di più ampio respiro; testi autografi e a stampa; scritti giovanili e scritti risalenti agli ultimi anni di Maurolico - suddivisi in tre sezioni. 1. Imperfecta de musica: sotto questo titolo sono riuniti gli scritti e i frammenti di argomento musicale contenuti nel ms. autografo Par. Lat. 7462 conservato presso la Bibliothèque Nationale de France. A essi si deve aggiungere un breve appunto, anch'esso autografo, ritrovato nel ms. San Pantaleo 115 della Biblioteca Nazionale centrale 'Vittorio Emanuele II' di Roma. 2. Musicae traditiones carptim collectae: il testo pubblicato a Venezia nel 1575 alle pp. 145-160 degli Opuscula mathematica. 3. Capita de musica a Christophoro Clavio congesta: un opuscolo - il "Boetianae musicae compendium" - e altri brevi scritti, di mano di Cristoforo Clavio, contenuti nel ms. Fondo Curia 2052 dell'Archivio della Pontificia Università Gregoriana di Roma. I testi appaiono assai eterogenei quanto a date di composizione, diffusione e livello di elaborazione, ma presentano al contrario molte affinità quanto al contenuto: in vari casi si ha addirittura una corrispondenza ad verbum fra i tre testi. L'edizione critica degli scritti è preceduta da un'ampia introduzione in cui vengono considerate le varie testimonianze relative agli studi musicali di Maurolico e a come si sia costituito un corpus musicale mauroliciano. Sono poi indicati i rapporti fra i vari testimoni ed è analizzata la diffusione degli scritti. In conclusione, i criteri che hanno guidato l'allestimento della presente edizione.

This volume contains all of Maurolico's surviving writings regarding musical theories. The nature of the material is rather varied: brief notes and calculations together with essays of greater scope; texts both autograph and printed, writings both youthful and dating to the final years of Maurolico's life. The material is arranged in three sections: 1. Imperfecta de musica : this is the title we have given to the collection of writings and fragments regarding music contained in the autograph manuscript Par. Lat. 7462, housed in the Bibliothèque Nationale de France. To these must be added a brief note, also autograph, discovered in manuscript San Pantaleo 115 of the Biblioteca Nazionale Centrale 'Vittorio Emanuele II' in Rome. 2. Musicae traditiones carptim collectae : the text published in Venice in 1575 in pp. 145-160 of the Opuscula mathematica. 3. Capita de musica a Christophoro Clavio congesta : This is the title given to the collection comprising a short treatise - the 'Boetianae musicae compendium' - and other brief texts. This collection, copied by the hand of Christopher Clavius, is found in Fondo Curia 2052 of the Historical Archives of the Pontifical Gregorian University. While these writings are quite varied as regards their dates of composition, means of dissemination, and level of completeness, they do however show many affinities in terms of content: there are even several cases of ad verbum correspondence between texts. The critical edition of the writings is preceded by an an extensive introduction in which the various documents that testify to Maurolico's studies and how a corpus of his musical writings has been established are treated; next, the relationships between the various documents and the dissemination of the writings are discussed. Finally, a discussion of the criteria used in preparing this present edition.

Sommario. Table of Contents: Introduzione. Introduction: 1La costituzione del corpus musicale mauroliciano; 2I testimoni manoscritti e a stampa; 3La presente edizione; 4 Ringraziamenti. 1The composition of the corpus of Maurolico's writings on music; 2 Manuscript and printed witnesses; 3 This present edition; 4 Acknowledgments. Sigla. Imperfecta de musica. Nota al testo: 1Il ms. Par. Lat. 7462; 2 Ordinamento dei materiali; 3 Tradizione e novità. Note to the text: 1 The manuscript Par. Lat. 7462; 2 The ordering of the materials; 3 Tradition and innovation . Imperfecta de mvsica: Pars prima; Pars secunda; Pars tertia; Pars quarta; Pars quinta. Musicae traditiones: Nota al Testo: 1 Presentazione dell'opera; 2 Criteri di edizione. Note to the text: 1 The presentation of the work; 2 Editorial criteria. Musicae traditiones carptim collectae vel mvsica elementa Mavrolyci stvdio congesta: Ad lectorem; Boetianae musicae epitome; Conclusiones de theoria musices; Icosichordum Guidonis; Septichordae lyrae dispositio; Praecepta contexendi symphonias; De musicae et instrumentorum authoribus; Calculus vocalium proportionum. Capita de musica: Nota al Testo: 1 Presentazione dell'opera; 2Rapporti intratestuali. Note to the Text; 1 Presentation of the work, 2 Intertextual relationships. Capita de musica a Clavio congesta: Boetianae musicae compendium; Repastinatio et appendix; Icosichordum Guidonis; Octo modulatuum sive tonorum proprietates. Tabulae.

Formato 21,5 x 31,5. Legatura in brossura con copertina in cartone in tondo Magnani blu con impressioni in oro e sovraccoperta in cartone Vergatona avorio con stampa a due colori.

Brossura / Paperback: Euro 80.00 Acquista / Buy

E-Book (pdf): Euro 80.00 Acquista / Buy - Login

ISBN: 978-88-6227-913-0
E-ISBN: 978-88-6227-914-7
ISSN: 2531-9191
SKU: 3156

Argomenti correlati
Filologia moderna e contemporanea...
Musica, Metrica e Teatro...
Scienze matematiche e statistiche...



copertina

Aleksandr Nikolaevič Veselovskij. Studi su Dante , a cura di Roberta De Giorgi, Renzo Rabboni, 2017, pp. 188 (vol. XXI, 1-2, 2017)

LA PAROLA DEL TESTO · FASCICOLI MONOGRAFICI

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

Aleksandr N. Veselovskij (1838-1906), l'indagatore instancabile del folclore slavo, europeo ed orientale, ha lasciato un'eredità che resta ancora da valutare a fondo. A cominciare dagli studi più importanti, dedicati al progetto di una poetica storica e di una teoria della letteratura, che anticipano per tanti aspetti le posizioni del Formalismo russo, per i quali vanno rimediate le distorsioni operate per decenni dalla scuola sovietica. In secondo luogo manca tuttora una "ricomposizione" della figura dello studioso, che dia un'idea complessiva della sua opera e metta in continuità le ricerche del folclorista, dello storico della letteratura e del teorico della letteratura. In attesa di una valutazione approfondita sono anche le indagini, meno note, ma altrettanto incisive, che Veselovskij ha riservato agli autori della nostra letteratura, fin da quando, giovane borsista dell'università di Mosca, si attirò l'attenzione dei maestri della scuola storica nel tempo della sua permanenza in Italia. In particolare, su Dante, Boccaccio, Petrarca, Pucci, egli ha dato una serie di contributi continuati negli anni, in gran parte posteriori al ritorno definitivo in Russia (alla fine del 1869), allorché si volse con decisione allo studio dei motivi narrativi e delle modalità della loro migrazione e trasformazione. La virata negli interessi di ricerca, e ancor più il fatto che, nella gran parte, quegli studi sui nostri autori non furono mai tradotti in una lingua occidentale, ha comportato che siano rimasti fino ad oggi sconosciuti, in pratica, al di fuori della Russia. Il volume presenta alcuni degli scritti su Dante, per la prima volta tradotti in italiano e commentati. A conclusione, una rassegna critica sulla fortuna di Dante in Russia, dall'Ottocento ai giorni nostri, e sulle traduzioni della Divina Commedia in lingua russa.

Sommario: Aleksandr Nikolaevič Veselovskij. Studi su Dante, a cura di Roberta De Giorgi e Renzo Rabboni: Renzo Rabboni, Dalla scuola storica al Formalismo; Roberta De Giorgi,Il Dante di Veselovskij tra apocrifi e letteratura popolare.Nota al testo. Studi su Dante:Dante Alighieri: la vita e le opere [1859]; Dante e le pene dell'Unità d'Italia [1865]; Gli Ezzelini, Dante e gli schiavi. Pensieri storici e letterarii del Dott. Prof. Filippo Zamboni, con documenti inediti [1865]; Dante e la poesia simbolica del cattolicesimo [1866];Sospesi, irresoluti e ignavi nell'inferno dantesco [1888];L'usura nella scala dei peccati in Dante [1889];Dante Alighieri [1893]. Appendice: Natalia Rogova Popova,Le traduzioni della Commediain Russia dal XVIII secolo ai giorni nostri: una rassegna. Indice degli autori e delle opere anonime.

Composto in carattere Dante Monotype.
Formato 17,5 x 24,7. Legatura in brossura con copertina in cartone in tondo Magnani blu con impressioni in oro e sovraccoperta in cartoncino Chagall Cordenons avorio con stampa a due colori.

Brossura / Paperback: Euro 125.00 Acquista / Buy

ISBN: 978-88-6227-919-2
ISSN: 1125-6486
SKU: 3150

Argomenti correlati
Filologia medievale e rinascimentale...



copertina

Studi in memoria di Giacomo Manganaro, a cura di Ernesto De Miro, 2016, pp. 268 con figure in bitono e a colori n.t. (XIII, 2016)

SICILIA ANTIQUA · FASCICOLI MONOGRAFICI

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

Il volume, fascicolo monografico della rivista «Sicilia Antiqua», è dedicato a Giacomo Manganaro, già allievo di Santo Mazzarino e Professore per lunghi anni all'Università di Catania, illustre storico e grecista. Dalla metà degli anni cinquanta del secolo scorso fino alla sua morte, Manganaro ha dedicato tutta la sua competenza e i suoi studi alla storia antica, soprattutto a quella dell'Italia meridionale e della Sicilia, con contributi fondamentali in particolare nel campo dell'epigrafia e della numismatica. I trentacinque contributi del volume, presentati in ordine alfabetico, ripercorrono i sentieri della ricerca seguiti dallo storico nel corso della sua attività, dagli studi sulle monete a quelli sulle iscrizioni, dalla Sicilia greca a quella romana, dalle testimonianze letterarie ai risultati della ricerca archeologica, offrendo così un quadro ampio e articolato della più recente ricerca storica e archeologica nell'isola.

Sommario: Ernesto De Miro, Introduzione. Bibliografia del prof. Giacomo Manganaro, a cura di Vittorio Giovanni Rizzone. Filippo Battistoni, Gypsea tauromenitana, appunti sulla storia (moderna) dei rendiconti finanziari di Tauromenion ; Ennio Biondi, Talete e Apuleio: Florida XVIII; Giacomo Biondi, Estetica dell'imbroglio: terrecotte figurate e falsari di Centuripe ; Giuseppe Bonaccorso, Pericle, l'Eubea e Calcide: una vexata quaestio; Lorenzo Braccesi, Napoleone e Sallustio; Nicolò Bucaria, Ebrei catalani nel Regno di Sicilia (XIII-XV sec.); Mauro Corsaro,La 'questione sociale' nella Sicilia di Agatocle; Carmelo Crimi,Note sulla Vita di Gregorio di Agrigento nella riscrittura di Niceta David Paflagone (BHG 708); Aldina Cutroni Tusa, Un'area archeologica a circolazione monetaria integrata ed unitaria ; François De Callataÿ, Les statères d'Aspendos du IVe s. Un curieux accident de frappe, une intrigante étude de coins (pour la variété avec les lettres KI) et une exceptionnelle signature de graveur ; Ernesto De Miro, Gli ori di Sant'Angelo Muxaro fra trasmarini e indigeni; Ernesto De Miro, Il teatro di Morgantina. A proposito di una recente pubblicazione; Carl Deroux, Une curieuse pratique culinaire: le salsum sine salso; Giulia Falco, Un frammento di ceramica "megarese" con scena di caccia al museo "Paolo Orsi" di Siracusa ; Daniele Foraboschi, L'iscrizione di Feltre e il prezzo dell'oro; Massimo Frasca, Nuovi dati sulle fortificazioni greche di Leontinoi; Mariateresa Iozzia, Apollo l'ambiguo; Sebastiana Lagona, Monete di Kyme eolica nel Museo archeologico di Firenze; Lorenzo Lazzarini, Inediti nummi enei di Halikyai, e argentei di Himera e Lipara; Attilio Mastino, Raimondo Zucca, Verpa qui lego; Mario Mazza, «Ribellione delle masse», «democratizzazione della cultura» e tarda antichità ; Barbara Mobilia, Tradizioni mitiche, propaganda politica e philiai militari in Sicilia nel V secolo; Massimiliano Mormina, Gli emblemi sugli scudi oplitici spartani in età arcaica e classica ; Emanuele Pulvirenti, Rivalità politiche e valutazione storica: il caso dei cosiddetti Trenta tiranni; Vittorio Giovanni Rizzone, Inedite lamine magiche dal territorio siracusano; Riccardo Sciacchitano, Genesi e declino della dinastia dinomenide. Una proposta di lettura sulla base delle tirannidi di madrepatria ; Carla Sfameni, La nuova immagine della Villa del Casale di Piazza Armerina nel contesto dell'archeologia delle ville tardoantiche ; Giulia Sfameni Gasparro, Misteri a Samotracia: un problema storico-religioso; Aldo Spano, Aristotele, l'eforato e lo scontro politico a Sparta dopo Leuttra ( Politica 1270B6-35); Nella Sudano, La [summachía] fra Camarina e i siculi (Filisto, FGrHist 556 f5); Antonio Tempio, Stranieri, mercenari e indigeni nella tradizione storiografica siceliota ; Mario Torelli, Aphaia e altre dee a Eraclea Minoa; Francesco Toscano, L'imperialismo persiano nella rappresentazione di Erodoto: il caso di Samo ; Salvatore Vacante, Un re, il suo philos e la democrazia di Chio; Eleonora Zelante, Alcune considerazioni sull'organizzazione dello spazio e del tempo a Camarina

Composto in carattere Dante Monotype.
Formato 24 x 34 in ottavo grande. Legatura in brossura pesante con copertina in cartoncino Murillo Fabriano avana con stampa a tre colori.

Brossura / Paperback: Euro 295.00 Acquista / Buy

ISBN: 978-88-6227-916-1
ISSN: 1794-9112
SKU: 3148

Argomenti correlati
Archeologia...
Storia antica...



copertina

25 - Scrittori italiani d'oltre Adriatico. Colautti, Slataper, Galli, Morovich, Tomizza, Brazzoduro, Bettiza, a cura di Giorgio Baroni, 2016, pp. 112

BIBLIOTECA DELLA «RIVISTA DI LETTERATURA ITALIANA»
Diretta da Giorgio Baroni

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

I saggi qui riuniti sono la trascrizione della maggior parte delle conferenze tenutesi fra l'autunno 2015 e la primavera 2016 presso la sede triestina dell'Unione istriani con il titolo di Letteratura delle nostre parti, organizzate con l'intento di coinvolgere nello studio e nella presentazione dell'opera di poeti e narratori d'oltre Adriatico studiosi anche geograficamente lontani. Sono stati infatti relatori professori di varie sedi universitarie italiane (Catania, Chieti, Macerata, Milano, Trieste, Udine, Venezia) ed estere (Marsiglia, Francia e Lovanio, Belgio). Gli interventi spaziano dalla Dalmazia a Trieste, senza trascurare l'Istria e Fiume, e riguardano poco più d'un secolo di attività letteraria: dal tardo Ottocento, in cui videro la luce alcuni romanzi di Colautti, ai primi anni del terzo Millennio, durante i quali sono usciti gli scritti di Enzo Bettiza. Da Colautti a Slataper interventista, dalla poetessa parentina Lina Galli all'istriano Fulvio Tomizza e ai due scrittori di Fiume, Enrico Morovich e Gino Brazzoduro, per arrivare allo scrittore spalatino Enzo Bettiza, il volume offre al lettore il panorama vario e complesso di una letteratura di frontiera (istriana, fiumana, dalmata) che in questi scritti rivive, trasmettendo il patrimonio di un popolo nel tempo, da una generazione all'altra, e assicurando una continuità di vita ad una storia e ad una cultura che, altrimenti, andrebbero probabilmente disperse.

Sommario: Massimiliano Lacota, Prefazione; Giorgio Baroni,Introduzione; Michela Toppano, La relazione uomo-donna nei romanzi di Arturo Colautti; Alfredo Luzi, Slataper interventista. I confini necessari all'Italia; Paola Ponti, «Chi siamo?». Omaggio a Lina Galli; Fabio Russo, Essere italiano a Fiume e 'oltre': Enrico Morovich, quale 'surrealtà'? (e non vergognarsi) ; Franco Musarra, Tomizza in famiglia; Edda Serra,La poesia di Gino Brazzoduro; Marina Paino,Autobiografismo e letterarietà in Enzo Bettiza; Per una lettura di Arrembaggi e pensieri.

Composto in carattere Serra Garamond.
Formato 17,5 x 25. Legatura in brossura con copertina in cartone pesante Murillo Fabriano blu Navy con impressioni in oro. Sovraccoperta in cartoncino Murillo Fabriano senape con stampa a due colori.

Brossura / Paperback: Euro 22.00 Acquista / Buy

E-Book (pdf): Euro 22.00 Acquista / Buy - Login

ISBN: 978-88-6227-908-6
E-ISBN: 978-88-6227-909-3
ISSN: 1828-8731
SKU: 3146

Argomenti correlati
Filologia moderna e contemporanea...
Letteratura e Linguistica...



copertina

6 - Aristofane, Lisistrata. I canti, a cura di Franca Perusino, 2016, pp. 108

I CANTI DEL TEATRO GRECO
Collana fondata da Bruno Gentili
Diretta da Pietro Giannini, Antonietta Gostoli, Liana Lomiento, Franca Perusino
Cm 12,5 x 19,5, bross.

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

Questa indagine sulle sezioni liriche della Lisistrata di Aristofane si fonda sull'esame e sulla valutazione della disposizione metrica offerta dalla tradizione manoscritta nella convinzione, sostenuta da numerosi studi recenti, che essa non sia frutto del caso o di una costruzione arbitraria, ma riproponga una disposizione già presente in epoca arcaica e classica, elaborata più tardi in epoca alessandrina e riproposta nel corso dei secoli successivi. Questa convinzione non esclude comunque che, come accade per l'aspetto verbale di un testo antico, anche le sequenze metriche presentate dai manoscritti debbano essere valutate, verificate, confrontate, discusse, eventualmente contestate e modificate. Sulla base di queste premesse la curatrice ha evitato di proposito eccessivi confronti e discussioni con altri studi che si sono proposti di analizzare l'aspetto metrico dei canti di Aristofane, orientando la ricerca nella direzione di un esame e di una verifica dei dati che emergono dalla tradizione antica. Il testo delle sezioni liriche della Lisistrata, ricollazionato su fotografie dei manoscritti, è accompagnato da un apparato critico redatto con un criterio che si limita ad ospitare varianti, correzioni e congetture significative dal punto di vista testuale e soprattutto metrico. Lo affianca per la prima volta un sintetico apparato colometrico che registra unicamente le varianti presentate dai manoscritti rispetto alla disposizione accolta nel testo. Le scelte editoriali adottate, in qualche caso divergenti da tutta la tradizione manoscritta, sono illustrate nel commento.

Sommario: Avvertenza. Introduzione. Sigla. Abbreviazioni metriche. Struttura metrica della Lisistrata. Parodo. Agone. Parabasi. Intermezzo lirico. Canti del coro riunito. Esodo. Indice prosodico e metrico. Bibliografia.

Composto in caratteri Serra Dante e Serra Pacioli.
Legatura in brossura pesante con copertina in cartone Murillo Fabriano blu Navy con impressioni in oro. Sovraccoperta in cartoncino Vergatona Magnani avorio con stampa a due colori, con plastificazione lucida.

Brossura / Paperback: Euro 28.00 Acquista / Buy

E-Book (pdf): Euro 28.00 Acquista / Buy - Login

ISBN: 978-88-6227-884-3
E-ISBN: 978-88-6227-885-0
ISSN:
SKU: 3144

Argomenti correlati
Filologia classica...



copertina

2 - Orlanda Pancrazzi, Castiglione di San Martino, Fortezza di altura (V-II a. C.), Isola d'Elba, 2016, pp. 400 con 109 tavole in bianco/nero n.t.

STUDIA ERUDITA
Cm 21,7 x 31,8 bross.

Istituti editoriali e poligrafici internazionali, Pisa · Roma

La posizione dell'Elba e i suoi scali naturali avrebbero di per sé dato all'isola una notevole importanza, nell'antichità classica, all'interno del circuito delle rotte commerciali: ma ciò che la portò ad una fama leggendaria fu la ricchezza dei minerali, e in particolare di quelli del ferro, così abbondanti, ma soprattutto così puri da poter essere lavorati anche con conoscenze tecnologiche non evolute. Dalla metà del V secolo a. C. sull'isola venne costruita una rete di piccole fortezze sulle alture, a controllo dei principali punti di approdo (le rade di Portoferraio, Procchio, Marina di Campo) e a protezione del commercio del ferro; due di esse, Monte Castello di Procchio e Castiglione di San Martino, sono state oggetto di scavo. Il volume che qui si presenta racconta la storia della seconda. Lo scavo, iniziato nel 1978 e durato per circa un decennio, viene pubblicato oggi, con una dilazione quasi ventennale che ha certamente lasciato il segno, in particolare nel settore bibliografico. Resta, immutata, la cura che allora fu posta nella catalogazione, descrizione e documentazione dei reperti, nonché nella ricostruzione della sequenza stratigrafica. Il che, a ben vedere, costituisce la qualità maggiore di una pubblicazione di archeologia, quella che meno risente del tempo. Nella seconda metà del V secolo a. C., all'interno di una struttura solida e modesta, nella fortezza le suppellettili rivelano un mondo vivacissimo: ceramica da mensa attica, anfore vinarie etrusche, greco-orientali e massaliote. Anche nel IV e nei primi decenni del III secolo c'è una grande abbondanza di anfore e una notevole raffinatezza di ceramica da mensa e di uso vario, che rivela contatti con il meridione e con l'Italia centrale. Questa fase di vita è sepolta e sigillata da uno strato di distruzione violenta, tra il 280 e il 260 a.C., probabilmente da attribuire ai Romani. La fortezza, subito e più robustamente ricostruita, continuò poi la sua vita fino al 150-140 a.C., quando fu abbandonata, in un contesto politico e sociale del tutto cambiato.

Sommario: Ringraziamenti. Sigle degli autori. Nota redazionale (e non solo). Castiglione di San Martino: un percorso scientifico e personale. Isola d'Elba: lo scavo di una fortezza d'altura, 1978-1988: Le fortezze d'altura: I siti; Fortezze e viabilità; Castiglione di San Martino: Nota geologica; Le piante della collina; Notizie antiquarie; Lo scavo, 1978-1988. La sequenza stratigrafica: Le fasi della fortezza; Elenco delle unità stratigrafiche. Classi datanti. La copertura dei tetti: Tegole e coppi; Chiodi e lamine. Il magazzino e la dispensa: Dolii; Anfore. La preparazione dei cibi: Mortai. La ceramica da cucina e di uso vario. La ceramica da mensa: Ceramica attica a figure rosse; Ceramica etrusca a figure rosse; Ceramica sovradipinta; Ceramica a vernice nera; Ceramica semifine; Ceramica fine; Le attività artigianali: Scorie di fucina; Oggetti in piombo. Oggetti vari e strumenti in pietra. I reperti faunistici; La ceramica postclassica. Bibliografia. Conguagli delle unità stratigrafiche. Tavole.

Composto in carattere Imprint Monotype.
Legatura in brossura con copertina in cartone pesante Murillo Fabriano blu Navy con impressioni in oro e sovraccoperta in cartoncino Vergatona Magnani avorio con stampa a due colori e plastificazione opaca.

Brossura / Paperback: Euro 120.00 Acquista / Buy

E-Book (pdf): Euro 120.00 Acquista / Buy - Login

ISBN: 978-88-8147-454-7
E-ISBN: 978-88-8147-457-8
ISSN: 1828-8642
SKU: 3142

Argomenti correlati
Archeologia...
Architettura e Urbanistica...



copertina

2 - Musicians in Ancient Coroplastic Art. Iconography, Ritual Contexts, and Functions, edited by Angela Bellia and Clemente Marconi, 2016, pp. 224 con figure in bianco/nero n.t.

TELESTES
Studi e ricerche di archeologia musicale nel Mediterraneo.
Diretta da Angela Bellia
Cm. 17,5 x 25, bross.

Istituti editoriali e poligrafici internazionali, Pisa · Roma

Music iconography is a research field notable for its inherent interdisciplinary character, involving a wide variety of specialists within and beyond the boundaries of musicology, the latter including, among others, ethnologists, cultural historians, art historians, archaeologists, and historians of religion. This volume started life as the proceedings of a conference on archaeomusicology held on March 7, 2015, at the Institute of Fine Arts of New York University. Contributors to the conference were asked to systematically address not only the iconography but also the ritual contexts and functions of representations of musicians in coroplastic art of the ancient world. The aim of the conference and its proceedings was to incorporate coroplastic art featuring musical iconography into the corpus of sources and documentation for the study of ancient music and to consider figurines of male and female musicians as emblematic of the close link between musical practice and the religious and ritual spheres. The terracotta figurines are in effect a particular class of artifacts that appears to have been deeply embedded in social life, including sacred, domestic, and funerary contexts. These images contribute to the reconstruction of what music and the production of music meant for ancient societies, and they also provide information about the relationship of performance to the deities and about which musical instruments were best suited to the particulars of diverse ritual occasions, including sacred and funerary contexts.

L'iconografia dell'arte musicale è un campo di ricerca notevole per il suo carattere interdisciplinare intrinseco, che coinvolge una vasta gamma di specialisti all'interno e oltre i confini della musicologia, comprendendo, tra gli altri, etnologi, storici culturali, storici dell'arte, archeologi e storici della religione. Questo volume è nato come Atti di un convegno sull'archeomusicologia tenutosi il 7 marzo 2015 presso l'Istituto di Belle Arti dell'Università di New York. Ai partecipanti è stato chiesto di affrontare in modo sistematico non solo l'iconografia, ma anche i contesti rituali e le funzioni delle rappresentazioni di musicisti nell'arte coroplastica del mondo antico. L'obiettivo della conferenza, e degli Atti, è stato quello di integrare l'arte coroplastica con l'iconografia musicale nel corpus delle fonti e della documentazione per lo studio della musica antica e di considerare le figurine di musicisti maschili e femminili come emblematiche dello stretto legame tra la pratica musicale e le sfere religiose e rituali. Le figurine in terracotta sono infatti una particolare classe di manufatti che sembra essere stata profondamente radicata nella vita sociale, inclusi contesti sacri, domestici e funerari. Queste immagini contribuiscono alla ricostruzione di ciò che la musica e la produzione di musica significava per le società antiche e forniscono anche informazioni sulla relazione tra rito e divinità e su quali strumenti musicali fossero più adatti alle diverse occasioni rituali, comprese quelle sacre e funerarie.

Contents: Acknowledgments. Abbreviations. Contributors. Clemente Marconi, Introduction; Regine Pruzsinszky, Musicians and Monkeys: Ancient Near Eastern Clay Plaques Displaying Musicians and their Socio-Cultural Role; Annie Caubet, Terracotta Figurines of Musicians from Mesopotamia and Elam; Mireia López-Bertran, Agnés Garcia-Ventura, Performing Music in Punic Carthage: A Coroplastic Approach; Manolis Mikrakis, Musical Performance and Society in Protohistoric Cyprus: Coroplastic and other Visual Evidence; Elcin Dogan Gürbüzer, Terracotta Figurines with Stringed Instruments from Claros; Maria Chidiroglou, Terracotta Figurines of Musicians in the National Archaeological Museum in Athens; Kiki Karoglou, Eros Mousikos; Monica de Cesare, Which Dioskouroi? On Some Locrian Pinakes with Music Themed Iconography; Rebecca Miller Ammerman, Tympanon and Syrinx: A Musical Metaphor within the System of Ritual Practice and Belief at Metaponto; Alessandro Pagliara, Masks of Death: Music, Theater, and Burial Customs in Lipari, Fourth-Third Centuries BCE; Aura Piccioni, Cybele, the Drum, and the Role of Female Musicians; Daniele F. Maras, Gods, Men, Turtles: Terracotta Lyre Players in Etruscan Votive Deposits; Daniela La Chioma Silvestre Villalva, The Social Roles of Musicians in the Moche World: An Iconographic Analysis of Their Attributes in Middle Moche Period's Ritual Pottery; Angela Bellia, Afterword: An Archaeomusicological Approach to Representations of Musicians in Ancient Coroplastic Art. Index of Places. Subject Index.

Formato 17,5 x 25. Legatura in brossura pesante con copertina in cartone pesante Murillo Fabriano blu Navy con impressioni in oro. Sovraccoperta in cartoncino Chagall Cordenons camoscio con stampa a due colori.

Brossura / Paperback: Euro 48.00 Acquista / Buy

E-Book (pdf): Euro 48.00 Acquista / Buy - Login

ISBN: 978-88-8147-458-5
E-ISBN: 978-88-8147-459-2
ISSN:
SKU: 3140

Argomenti correlati
Antropologia e Sociologia...
Storia antica...
Storia dell'Arte...



copertina

5 - Franco Loi, Biagio Marin, Lettere 1981-1985, a cura di Edda Serra, con la lettera della curatrice a Franco Loi, 2016, pp. 176

QUADERNI DEL CENTRO STUDI «BIAGIO MARIN»
Diretta da Edda Serra

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma

La corrispondenza tra Franco Loi e Biagio Marin prende avvio nel 1981, dopo i festeggiamenti con cui si era voluto onorare il poeta di Grado nel compimento dei suoi novant'anni: nella sua isola, con la partecipazione di una folla di amici e critici provenienti anche da lontano; tra questi il poeta milanese Franco Loi. Una corrispondenza quindi posteriore al 29 giugno 1981. L'epistolario qui riprodotto è composto di 69 lettere e di 2 cartoline; di queste, 13 sono datate nel 1981, 26 nel 1982, 17 nel 1983, 8 nel 1984, e 4 nel 1985, l'anno della morte di Marin. Nel totale sono comprese una lettera di Marina Loi non spedita, in quanto "errata" secondo la nota dattiloscritta esplicitata nel documento in alto a sinistra, e una di Loi a Gioiella; sono da aggiungere 2 di Loi a Marin (lettere 6 e 7), non spedite al destinatario. Per cui 35 sono le lettere di Marin, 34 sono di Loi. La disponibilità dell'intero carteggio, che si pubblica qui, è circostanza da valutare come fortunata; in esso si riflette il rapporto di grande stima e affetto esistente fra i due autori, la loro poetica e la loro intensa spiritualità.

Sommario: Lettera della curatrice a Franco Loi. Nota di lavoro. Lettere (di Franco Loi e Biagio Marin). Indice dei nomi.

Composto in carattere Serra Dante Cicero.
Formato 15 x 21,8. Legatura in brossura con copertina in cartone pesante Murillo Fabriano blu Navy con impressioni in oro. Sovraccoperta in cartoncino Tiziano Fabriano marina con stampa a due colori.

Brossura / Paperback: Euro 34.00 Acquista / Buy

E-Book (pdf): Euro 34.00 Acquista / Buy - Login

ISBN: 978-88-6227-903-1
E-ISBN: 978-88-6227-904-8
ISSN:
SKU: 3136

Argomenti correlati
Filologia moderna e contemporanea...
Letteratura e Linguistica...
Narrativa e Poesia...

Home | 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Next

Pagina 1 di 6

Corrispondenze: 53