libraweb The Online Integrated Platform of

Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma


An Authoritative Independent Academic Press since 1928 and Internationally Pre-Eminent Publisher of over 150 Active Leading Peer-Reviewed Scholarly Journals in the Humanities and Social Sciences, all Print, Online, and Open Access

Accademia editoriale, Pisa · Roma / Edizioni dell'Ateneo, Roma / Giardini editori e stampatori in Pisa
Gruppo editoriale internazionale, Pisa · Roma / Istituti editoriali e poligrafici internazionali, Pisa · Roma

PROMOZIONI / PROMOTIONS


RIVISTE / JOURNALS


COLLANE / SERIES






NUOVE RIVISTE / NEW JOURNALS

Philologia Philosophica

Rivista internazionale


Romana Res Publica

An International Journal


*

Scritture e linguaggi dello sport

Rivista internazionale di letteratura


Asia Minor

An International Journal of Archaeology in Turkey

Telestes

An International Journal of Archaeomusicology and Archaeology of Sound

Ancient Numismatics

An International Journal

Occidente / Oriente

Rivista internazionale di studi tardoantichi

Artes Renascentes

Revue Scientifique Internationale · Rivista Scientifica Internazionale · International Scholarly Journal · Revista Científica Internacional · Internationale Wissenschaftliche Fachzeitschrift

Gemmae

An International Journal on Glyptic Studies

Documenta

Rivista internazionale di studi storico-filologici sulle fonti

Oriens Antiquus · Series Nova

Rivista di studi sul Vicino Oriente Antico e il Mediterraneo orientale
A Journal of Ancient Near-Eastern and East Mediterranean Studies


PHILOLOGIA PHILOSOPHICA
Rivista internazionale
Fabrizio Serra editore, Pisa · Roma


copertina


Rivista annuale / A Yearly Journal * Fascicoli / Issues *

La storia del pensiero vive con le forme che offre la produzione letteraria, per non dire la produzione poetica, nel periodo arcaico e nel periodo classico strumento fondamentale per la diffusione di nuclei concettuali, di tormenti speculativi, di paradigmi etici. Da Omero al Socrate di Platone, da Esiodo al racconto di Parmenide, dalla lirica di Saffo e di Pindaro al dramma di Eschilo e di Sofocle, non ha senso distinguere fra la storia del pensiero e la produzione letteraria. Per la ricerca sul mondo antico non è possibile capire la storia del pensiero, fra paideia, fisica e slancio ideale, senza un contatto con la produzione letteraria e non è possibile capire la produzione letteraria senza un contatto con la storia del pensiero, che indica spesso motivi e canoni per la produzione letteraria. Il vecchio attrito descritto e subito respinto da Platone, il vecchio attrito che non trova conferma nella biblioteca di Alessandria, ma è alimentato dall’estetica moderna per lo più su fragile base, nasconde una tensione creativa, una continua oscillazione fra due poli che non assumono mai dimensione assoluta.
In questa rivista la filologia è ad un tempo restituzione critica del testo, che giunge su papiro, su codice o per tradizione indiretta, e interpretazione puntuale del testo, con meditata coscienza dei fenomeni di lingua e di stile, delle norme per le architetture dei generi, che la produzione letteraria plasma e che la storia del pensiero nel periodo ellenistico e nel periodo imperiale osserva. «Philologia Philosophica» partecipa al dibattito internazionale richiamando la centralità del testo, spesso dimenticata per appelli fugaci al pur utile studio di ampie correnti culturali nel segno dell’identità. Prezioso compito della ricerca è scoprire le differenze, non sottolineare consuetudini o rapporti nel segno dell’identità, le differenze che nel testo emergono sia per la forza intellettuale del suo autore sia per la dinamica stessa del suo lungo viaggio nel tempo. Solo con la centralità del testo la produzione letteraria e la storia del pensiero riveleranno per la ricerca solide realtà, in grado, pur in questa fase non felice, di orientare, al di là di ogni confine, la riflessione matura sul passato dell’uomo.

The history of thought lives in forms of prose and poetry that were key in the archaic and classical ages for spreading concepts, philosophical conundrums, and ethical paradigms. From Homer to Plato’s Socrates, from Hesiod to Parmenides, from the poetry of Sappho and Pindar to the tragedies of Aeschylus and Sophocles, it makes no sense to distinguish between the history of thought and literary production. It is not possible to understand the history of thought, between paideia, physics and ideal, separate from literary production, and it is not possible to understand literary production separate from the history of thought, with the latter being raison d’être and canon for the former. The ancient quarrel between them, described and immediately rejected by Plato and disproved by the Alexandrian scholarship has been fuelled by modern aesthetics mainly on weak grounds. It hides a creative tension, a relentless swinging between two poles that do not ever surge to absolute proportions.
In this journal philology is as much a critical restoration of the text, which might be preserved on papyrus, on a codex, or by indirect tradition, as an accurate interpretation of the text that is aware of the phenomena of language and style, as well as of the rules for the architectures of genres. These are shaped by the literary production and detected in the history of thought throughout the Hellenistic and imperial ages. «Philologia Philosophica» takes part in international debates drawing attention to the central role of the text, which is often neglected by calls to study wide cultural movements, however useful, in the name of identity. A valuable task of research is exposing differences, not emphasising habits or relations in the name of identity, differences that crop up in the text out of the intellectual power of its author and the dynamics of its long journey through time. Only by giving the text its central role back will literary production and the history of thought disclose to research some sound realities that can steer a mature reflection on the human past, even in these unfortunate times. * Direttore / Editor:
Mauro Tulli (Università di Pisa, Italia)

Comitato scientifico / Editorial Board:
David Blank (University of California, Los Angeles, USA), Marcelo D. Boeri (Pontificia Universidad Católica de Chile, Santiago, Chile), Christian Brockmann (Universität Hamburg, Deutschland), Bruno Centrone (Università di Pisa, Italia), Cristina D’Ancona (Università di Pisa, Italia), Tiziano Dorandi (CNRS - Centre Jean Pépin, Paris, France), Michael Erler (Universität Würzburg, Deutschland), Franco Ferrari (Università di Pavia, Italia), Stephen Halliwell (University of St Andrews, UK), Jürgen Hammerstaedt (Universität Köln, Deutschland), Philippe Hoffmann (École Pratique des Hautes Études, Paris, France), Walter Lapini (Università di Genova, Italia), Irmgard Männlein-Robert (Universität Tübingen, Deutschland), Christopher J. Rowe (Durham University, UK)

Redazione / Editorial Office:
Isabella Bertagna (Università di Pisa, Italia), Michele Corradi (Università di Pisa, Italia), Dino De Sanctis, (Università della Tuscia, Viterbo, Italia), Marco Donato (bsb, Université Bourgogne Franche-Comté, Dijon, France), Margherita Erbì (Università di Sassari, Italia), Mario Regali (Università di Napoli Federico II, Italia)
* «Philologia Philosophica» is an International Scholarly Journal.
The eContent is Archived with Clockss and Portico. * Sono pubblicati articoli sottoposti a procedura di "revisione tra pari" mediante procedimento cosiddetto "a doppio cieco" (double blind peer review). I revisori sono assolutamente indipendenti dagli autori e non affiliati alle medesime istituzioni.

Double blind peer reviewed articles are published. The reviewers are absolutely independent of the authors and not affiliated with the same institution.

Codice etico / Ethical Code

Open Access

Ufficio redazionale / Editorial Office: giulia.tozzi@libraweb.net
* Cm 17 x 24 / ISSN 2785-387X
Composizione in carattere (typeset in) Serra Manuzio
Disponibile dal (available since) 2022
Ultimo fascicolo pubblicato (last published issue):
1 2022
* Abbonamenti / Subscriptions